Recensione del film Bookies

Un film sui bookmakers? Sembra uno scherzo ma la realtà è proprio questa. Un film che parla di come un allibratore possa vivere una vita al limite e molto spesso anche oltre questo limite. Situazioni incredibili che si susseguono anche senza cercarle e l’amicizia a volte non basta per superare delle situazioni difficili, mentre a volte è proprio questa che ci può salvare da morte certa. Voi scegliereste di fare il bookie di professione? In Italia non è ancora una cosa comune, ma potrei scommetterci sopra che nel giro di pochi anni non saranno pochi quelli che decideranno di intraprendere la carriera del bookmaker. Prima di farlo non potrete perdere l’occasione di dare un occhiata a questo titolo che è passato in silenzio al grande pubblico ma che nei circuiti dei festival indipendenti è stato mostrato e criticato a volte anche in senso molto positivo. Una perla da sfruttare e da comprendere.

Riassunto

Il film si concentra in modo totale sul fatto che quattro amici al tempo del college divengono nella loro vita post Università dei bookmakers e si accorgono di come i loro differenti mondi divengano molto più pericolosi e senza alcun controllo. Una vita al massimo che nella maggior parte dei casi non è assolutamente quello che stavano cercando. Essere un bookies in America non è certo semplice come potrebbe esserlo in Europa. L’avarizia in ogni caso attrarre sempre l’attenzione della malavita locale e in particolare quando si iniziano a vedere molti soldi girare. Il crimine organizzato è infatti sempre pronto a cercare di sfruttare coloro che siano in grado di far girare parecchio contante in poco tempo, questo in tutti i campi e figuriamoci in quello delle scommesse, legali o clandestine.

Conclusioni

Se amate le scommesse questo può essere un film che vi appassionerà e non poco. Uno spaccato sulla vita di quattro bookmakers che si conoscono dai tempi del college e che fanno proprio della vita di allibratore una professione. Ovviamente tutto non potrebbe essere così semplice, ma al contrario le loro vite diventano sempre più complesse con il passare del tempo. Sono molti gli attori di un certo calibro che danno il loro meglio in questa pellicola, il soggetto inoltre è toccato in modo sagace ed intelligente. Un film che con difficoltà è arrivato però al cinema, lo si è visto al Sundance Film Festival.